Cari intervistati,

Novità dal 2014

Iniziamo da quella più importante: la famiglia TREE si è ingrandita! Molti di voi, infatti, sono diventati genitori. Già nel 2014, in occasione dell’ultimo sondaggio, un quarto di voi aveva dichiarato di avere figli. Ed è molto probabile che nel frattempo se ne siano aggiunti molti altri...

Da parte nostra, due anni fa abbiamo iniziato a intervistare un nuovo gruppo di giovani sul percorso formativo o professionale seguito dopo la scuola dell’obbligo: TREE2. Questo nuovo studio ci permetterà di confrontare il vostro percorso con quello di una nuova generazione e di capire che cosa è cambiato tra il 2000 e il 2016.

Per saperne più: Newsletter no. 9, dicembre 2018.

TREE, una voce che conta

Negli ultimi cinque anni è però stato compiuto soprattutto un intenso lavoro con i dati TREE. Decine di ricercatori svizzeri e stranieri hanno analizzato statisticamente le risposte che ci avete fornito nel corso degli anni – beninteso sempre rispettando la confidenzialità e la protezione dei dati.

Ne sono risultate numerose pubblicazioni scientifiche su tutta una serie di argomenti: percorsi formativi, soddisfazione, salute e benessere, ingresso nel mondo del lavoro, situazione salariale, rapporti con i genitori, per citarne solo alcuni. La maggior parte dei risultati è disponibile su questo sito.

I risultati emersi nel corso degli anni ci hanno portato premi scientifici, ma ci hanno anche permesso di suscitare l’interesse del mondo politico, tanto che oggi siamo invitati a conferenze e dibattiti sul futuro della formazione. Vi partecipiamo attivamente e la nostra voce trova ascolto, anche se a volte ci augureremmo un’eco più ampia. Per noi questa è una grandissima soddisfazione che dobbiamo soprattutto a voi e alla vostra costanza nel partecipare al nostro studio. Chissà, forse un giorno i vostri figli potranno beneficiare dei cambiamenti e miglioramenti che risulteranno dai dibattiti attuali...

Prossimo sondaggio TREE

Nel 2019 prevediamo di svolgere un nuovo sondaggio, il decimo dal 2001. Che cosa significa concretamente per lei? Da autunno 2019, le nostre intervistatrici e i nostri intervistatori proveranno come al solito a contattarla telefonicamente e le chiederanno in particolare che cosa è cambiato nella sua vita nei cinque anni trascorsi dal sondaggio del 2014: lavoro, famiglia e molto altro ancora.

Una caratteristica tipica di uno studio longitudinale come il nostro è che le domande sono molto simili da un’edizione all’altra. Poco di nuovo, quindi. E, come in passato, dopo l’intervista le invieremo un questionario complementare nel quale le chiederemo come sempre di esprimersi su tutte le cose importanti della vita: lavoro, amici, famiglia, tempo libero, soddisfazione, benessere ecc. E ci sarà una novità: la prossima volta potrà compilare il questionario online con il computer o il cellulare.

Ci auguriamo di poter contare una volta di più sulle sue risposte. Grazie alla sua partecipazione in tutti questi anni, TREE è diventato uno studio unico nel suo genere in Svizzera sulla transizione dalla scuola dell’obbligo alla vita professionale e all’età adulta.

E la protezione dei dati?

La protezione dei dati è garantita. I nostri ricercatori utilizzano i dati esclusivamente a fini statistici e li trattano in modo tale che non sia possibile in alcun modo risalire al singolo individuo. Naturalmente il suo nome e i suoi dati di contatto sono tenuti rigorosamente sotto chiave. Non li trasmettiamo a terzi e ce ne serviamo solo per metterci in contatto con lei.

Direzione del progetto

Dr. Sandra Hupka-Brunner

Dr. Thomas Meyer